Avvelenamento da liliacee nel cane

Aglio e cipolla sono piante della famiglia delle liliacee e sono tossiche per il cane. Bastano 15-30 g di cipolla cotta o cruda per kg di peso corporeo per indurre un’intossicazione. L'aglio arriva ad essere fino a 5 volte più tossico, cioè ha una dose massima tollerabile di molto inferiore.

In caso di intossicazione da liliacee, le pareti cellulari dei globuli rossi vengono danneggiate, con conseguente distruzione dei globuli rossi, una condizione chiamata anemia emolitica. Può anche causare disturbi intestinali. Anche se il cane mangia regolarmente piccole quantità di cipolla o aglio può rimanere intossicato.

Sintomi

I sintomi di intossicazione da liliacee sono ritardati e si manifestano solitamente un paio di giorni dopo l'assunzione. Essi sono malessere generale, vomito, diarrea, salivazione, debolezza/stato di salute generale peggiorato, dolori addominali, tachicardia, respiro accelerato e mucose pallide. Si vedono anche crampi e infine subentra la morte. Se il cane mangia spesso piccole quantità di cipolle, i sintomi dell’anemia appaiono gradatamente su un periodo più lungo, con mucose pallide, stato di salute peggiorato, accelerazione del battito e della respirazione.

Diagnosi

L'anamnesi dell’animale, e l'informazione che ha mangiato aglio o cipolle, danno al veterinario preziose indicazioni. Se il cane arriva dal veterinario con i sintomi descritti sopra, si effettueranno sia un esame clinico che un esame del sangue. Con l’analisi del sangue si possono stabilire l’anemia e le caratteristiche anomalie ai globuli rossi, rilevabili al microscopio. Si possono in seguito anche valutare le discrepanze nei valori epatici.

Terapia

Entro 1-3 ore dall’assunzione si prova a indurre il vomito iniettando farmaci emetici. NOTA! Non tentare di provocare il vomito a casa usando il sale, può portare ad un letale avvelenamento da sale! Al cane può essere somministrato del carbone attivo per impedire che le sostanze tossiche siano assorbite dal corpo. Una volta che si manifestano i sintomi, la terapia è sintomatica e prevede flebo, ossigenoterapia e, nei casi più gravi, trasfusione sanguigna.

Prognosi

Se si agisce tempestivamente con la terapia giusta, la prognosi di completa guarigione è buona. Un’intossicazione da cipolla trascurata può nel peggiore dei casi portare alla morte.

Prevenzione

Evitare di dare al cane cibo che contiene cipolla o aglio crudi o cotti. Anche se utilizzati come ingredienti in altri piatti, ad esempio polpette pronte, salse pronte, le quantità potrebbero essere sufficienti a costituire un rischio per il cane. Evitare anche di dare cibi conditi con aglio o cipolla in polvere.