Consigli dietetici per episodi acuti di vomito e diarrea nel cane

Il cane necessita normalmente di 40-50 ml di liquidi per chilo di peso corporeo al giorno, inclusa l'acqua presente nel cibo. In caso di vomito e diarrea, il fabbisogno giornaliero può raddoppiare.

Se il cane si rifiuta di bere

Spesso il cane non beve volontariamente quindi bisognerà somministrargli acqua, acqua di cottura del riso o soluzioni reidratanti. I liquidi vanno somministrati a cucchiaiate oppure con una siringa. Se il cane non riesce a trattenere i liquidi oppure se il suo stato di salute generale peggiora, contattare il veterinario.

Schema dietetico

Sotto sono riportati consigli dietetici generici per episodi acuti e singoli di vomito e/o diarrea per un cane che mostra ancora vivacità. I consigli dietetici andrebbero personalizzati tenendo in considerazione lo stato di salute generale dell’animale. Se il cane continua a soffrire di vomito e/o diarrea nonostante siano stati seguiti i consigli dietetici, contattare il veterinario.

Giorno 1

Tenere il cane a digiuno per mezza giornata - un giorno, lasciando sempre l'acqua a disposizione. Se nonostante tutto il cane continua a vomitare, portarlo dal veterinario. I cuccioli che mostrano appetito e riescono a trattenere quanto mangiano possono passare direttamente alla dieta del giorno due.

In caso di sola diarrea si può iniziare a seguire le raccomandazioni dal giorno due.

Giorno 2

Offrire un cibo dietetico sotto forma di riso ben cotto, preparato con un volume di acqua pari a due o tre volte quello del riso, un po’ di pesce bianco cotto o pollo cotto da mischiare al riso. Si consiglia di dare piccole quantità di cibo, circa ogni due ore, e lasciare il cane senza cibo durante la notte. Il contenuto extra di acqua nel cibo riduce la sete dell'animale e il rischio di disidratazione. Al posto di pesce e riso, è possibile acquistare un mangime dietetico apposito dal veterinario.

Giorno 3

Se le condizioni del cane continuano a migliorare e le perdite di liquidi sotto forma di vomito e diarrea si sono ridotte, si può aumentare la porzione di cibo. Si può dare del riso ben cotto, preparato con una quantità normale o leggermente superiore di acqua (10% in più). Aggiungere preferibilmente pesce bianco cotto o pollo cotto nella proporzione di 3-4 parti di riso e 1 parte di proteine (pesce/pollo).

A partire dal giorno 4

Proseguire la dieta preferibilmente per circa due giorni dopo che la diarrea/il vomito si è risolta/o. La quantità di cibo dietetico può aumentare, mentre la frequenza dei pasti viene contemporaneamente ridotta. Tra il quarto e il quinto giorno si può iniziare a reintrodurre il normale cibo per cani.

Nei seguenti casi si consiglia di non seguire la dieta a casa, ma di portare immediatamente il cane dal veterinario:

Altri rimedi I preparati per la normalizzazione dell'attività intestinale sono usati normalmente per ripristinare la normale funzione intestinale nei casi di diarrea acuta senza complicazioni. Per la terapia, il cane deve avere libero accesso all'acqua e una buona condizione di salute generale. La diarrea scompare solitamente entro 1-3 giorni. La terapia viene affiancata a una dieta in piccole porzioni (vedere sopra). Se la salute generale del cane peggiora, o se il cane non riesce a trattenere i liquidi, è necessario rivolgersi al veterinario.

Una sospensione di carbone può essere somministrata come antidiarroico, soprattutto se si sospetta che il cane abbia ingerito del veleno. Il carbone si lega a diverse sostanze nocive, come i veleni chimici, i farmaci e i veleni batterici, impedendo che vengano assorbiti dall'intestino. La sospensione di carbone non va somministrata assieme ad antibiotici, poiché il carbone potrebbe inibire l'assorbimento del farmaco. Rivolgersi sempre al veterinario se si sospetta un’intossicazione. È possibile preparare in casa una soluzione reidratante per il cane.

Cibi da evitare

Evitare di dare al cane latticini, avanzi di cibo, grandi quantità di proteine, masticabili o cibo speziato. Evitare anche i “bocconcini” o le “ricompense” sotto forma di polpette, wurstel o salumi ecc finché il cane non riacquista una normale funzione intestinale. La maggior parte delle pappe di cereali contengono latticini che alcuni cani con diarrea hanno difficoltà a metabolizzare.