Lesione alle unghie nel cane

I danni o le rotture delle unghie nel cane sono una causa comune di visita dal veterinario. Talvolta la lesione interessa una piccola parte dell'unghia, talvolta l’intera unghia con la polpa è mancante.

Causa

Una delle cause principali sono le unghie troppo lunghe. Ad esempio se il cane si arrampica su un pietrone o su una superficie molto dura e ha le unghie lunghe, queste possono rompersi e sollevarsi dalla polpa. Le unghie possono anche rimanere impigliate nelle scale mobili, nei tombini ecc.

Le unghie dei cani possono anche cadere, cioè si staccano senza che vi sia una causa esterna. I motivi di questa condizione possono essere tumori, infezioni o malattie autoimmuni.

Sintomi

Se l'unghia è rotta, il cane zoppica visibilmente, si lecca spesso la zampa e mostra dolore quando la zampa o l'unghia viene toccata. Per una rottura nella parte più esterna dell'unghia l’animale può non avere nessuna reazione, mentre per una lesione vicino alla base il cane può avere una reazione molto più forte. Quando l'intera unghia si stacca essa provoca sia dolore che sanguinamento.

Che cosa si può fare?

Se solo una parte dell'unghia si è rotta spesso è sufficiente tagliarla fino al bordo. Eventualmente il cane può indossare un apposito calzino per i primi giorni.

Quando è necessario andare dal veterinario?

Di solito la rottura di un’unghia non è una condizione grave, ma se il cane prova molto dolore o zoppica è meglio farlo visitare. Per una rottura grave o per un’unghia sfogliata è meglio recarsi dal veterinario entro un giorno.

Terapia dal veterinario

Se l'intera unghia inclusa la polpa si è staccata, si rasa e si pulisce accuratamente la zona. Se la zona sanguina ancora si appone una benda. Se la rottura arriva fino alla base oppure se l’unghia è sfogliata, spesso è necessario rimuoverla interamente. Al cane sarà somministrato un tranquillante o sarà anestetizzato prima di procedere. Solitamente viene anche dato un anestetico topico. Se l'unghia non viene rimossa vi è il rischio di infiammazione alla base, che può diffondersi alla matrice.

Assistenza successiva

Se l'unghia viene rimossa, di solito la zampa viene bendata per proteggere la polpa. Il bendaggio deve essere tenuto per uno-tre giorni o secondo la necessità. Il bendaggio è costituito da una benda sottile di protezione da sostituire una volta al giorno o se si bagna.

Durante la sostituzione del bendaggio, si lava delicatamente la polpa con acqua tiepida oppure con soluzione salina. Talvolta può essere più semplice tenere la zampa qualche minuto sotto la doccia per rimuovere il siero secco. Se la zampa si gonfia o emana un odore sgradevole significa che può essere infettata. Rivolgersi al veterinario.

Proteggere il bendaggio con un calzino oppure con un sacchetto di nylon quando si porta fuori il cane per fargli espletare le funzioni fisiologiche. Non fare indossare il calzino o il sacchetto quando il cane è in casa. Dopo aver rimosso il bendaggio si può usare il calzino per proteggere la zampa, assieme al collare elisabettiano. Si consiglia di lasciare asciugare la polpa e lasciarla prendere aria. La polpa scoperta si indurisce e diventa più resistente dopo circa una settimana.

Ci vogliono di solito alcune settimane prima che una nuova unghia ricresca. Talvolta la nuova unghia rimane deformata, e se la matrice è stata fortemente danneggiata potrebbe non crescere affatto. Si consigliano brevi passeggiate al guinzaglio per la prima settimana poiché la polpa è molto sensibile al tocco.

Il cane deve indossare il collare elisabettiano finché non mostra più di voler leccare la zampa ferita.