Snif! Quando al cane cola il naso!

Tecnicamente si chiama rinorrea... nel linguaggio comune diciamo "naso che cola" e può capitare da una sola narice o da entrambe. Se è unilaterale potrebbe essere causata dalla presenza di un corpo estraneo oppure potrebbe essere una piccola infezione. Ma è il caso di preoccuparsi?

Quando il naso del cane cola è normale chiedersi se è grave o no, ma non sempre è il caso di preoccuparsi. Vediamo insieme i vari casi...

Sintomi

Le secrezioni dal naso possono essere di diverso tipo: trasparenti e acquose (e in questo caso si definiscono sierose), più simili a muco o con presenza di sangue (in questo caso si parla di epistassi).

I sintomi che si manifestano dipendono come sempre dalla causa. Se la causa è un'infezione in corso allora i cani possono sviluppare anche la febbre, presentare debolezza, mostrare un appetito ridotto e tossire. All'inizio dell’infezione, le secrezioni dal naso possono essere trasparenti, per poi diventare più dense e addirittura purulente.

Se invece la causa è un oggetto estraneo (e allora può gocciolare anche una narice sola), si vedono sintomi quali starnuti, sbuffamenti, quanche volta la febbre.

In caso di patologie più gravi con masse tumorali, anche il profilo del setto nasale può modificarsi e si vede proprio una protuberanza.

L’epistassi infine, nei casi più gravi, può dipendere da un peggioramento della capacità coagulante del sangue (il caso peggiore è di intossicazione con veleno per topi), trauma o altre patologie localizzate nelle fosse nasali.

Diagnosi e terapia

Il veterinario è l'unica persona che vi può dire fino a che punto preoccuparvi: se sospetta patologie gravi, vi consiglierà di ispezionare le narici con una rinoscopia e in questo caso è necessario addormentare il nostro cane. Per effettuare la rinoscopia si usa un endoscopio a fibre ottiche.

Dovesse essere presente una massa sospetta, il veterinario preleva un campione di tessuto per l’analisi che serve ad escludere un tumore maligno. 

Se si rileva la presenza di un oggetto estraneo, lo si estrae direttamente durante la rinoscopia e poi si verifica se le narici hanno subito lesioni. Quando il cane si sveglia dall'anestesia una volta terminato l'esame, di solito non presenta più alcun sintomo e sta meglio.

Quindi per tornare alla domanda  iniziale: dobbiamo preoccuparci? Meglio chiederlo a un veterinario...