Consigli per i gatti con diagnosi di otite

Se sono stati trovati funghi o batteri nell’orecchio, il gatto dovrà seguire una cura con gocce. È importante seguire i consigli del veterinario sulla durata della terapia e non interromperla prima anche se il gatto ha smesso di grattarsi.

Il veterinario dovrebbe controllare le orecchie prima del termine della cura, così da assicurarsi che non vi siano più batteri o funghi. Se il periodo di cura è troppo breve, vi è il rischio che l’infiammazione si ripresenti e nel peggiore dei casi il gatto può essere colpito da batteri resistenti.

A prescindere dal tipo di infezione o infiammazione, è importante tenere pulite le orecchie con un preparato apposito. Il veterinario valuterà ogni quanti giorni effettuare la pulizia delle orecchie. La pulizia delle orecchie e la terapia con gocce avverranno in tempi diversi, soprattutto perché le gocce non vengano lavate via durante la pulizia delle orecchie.

Un leggero fastidio, ad esempio se il gatto scuote la testa, è normale con la pulizia delle orecchie e l'uso delle gocce. Se il gatto mostra segni di grande fastidio durante il trattamento è meglio farlo vedere dal veterinario.

All’inizio può essere necessario mettere un collare elisabettiano per evitare che il gatto si gratti provocando ferite nell’orecchio o nel padiglione.

Conservare le gocce a temperatura ambiente e non utilizzare mai antibiotici scaduti! Questi hanno un effetto nocivo e possono portare i batteri a sviluppare resistenza. Per ragioni di tutela ambientale, i farmaci non vanno mai gettati tra i rifiuti domestici. Tutti i farmaci residui o scaduti vanno gettati negli appositi raccoglitori presso le farmacie per lo smaltimento.

Se il gatto è stato anestetizzato per la visita, potrebbe essere instabile sulle gambe. Assicurarsi che abbia un giaciglio caldo e confortevole e non dare cibo finché l’animale non è perfettamente sveglio.

Prevenzione

Grazie alla pulizia delle orecchie è possibile ridurre il rischio che si presenti una nuova infiammazione. È bene pulire regolarmente le orecchie dell’animale, specialmente in presenza di molto cerume. Piegare con cautela all’indietro il padiglione auricolare e guardare l'interno dell'orecchio. Deve avere un aspetto pulito senza cattivi odori. Le infezioni fungine hanno talvolta l'odore della farina lievitata, mentre le infezioni batteriche hanno un odore molto più sgradevole.

Utilizzare un preparato per la pulizia delle orecchie con pH neutro o leggermente acido, poiché i funghi non sopravvivono in un ambiente acido. Riempire l'orecchio di preparato strizzando il flacone e massaggiare la parte inferiore dell’orecchio per circa un minuto. Utilizzare un batuffolo di cotone per rimuovere il liquido e pulire il padiglione e l’orecchio. Non usare bastoncini di cotone! Il preparato per la pulizia stacca sporcizia e cerume dalle parti interne dell’orecchio fuoriuscendo poi dall'orecchio. Chiedi al veterinario o all’infermiera di farti vedere come procedere se non sei sicuro!