Difficoltà respiratorie nel gatto

La dispnea o “fame d'aria” è una condizione in cui il gatto ha difficoltà a respirare o respiro affannoso.

La dispnea può colpire tutti i gatti a prescindere dall’età o dalla razza, ma è più comune nei gatti con naso corto e vie respiratorie strette, come i persiani.

Sintomi

La dispnea leggera non sempre è facile da notare. I sintomi possono essere un maggior utilizzo della muscolatura addominale durante la respirazione, ridotta tolleranza agli sforzi, stanchezza e appetito ridotto, spesso l’animale si nasconde. Nei casi più seri, il gatto respira a bocca aperta facendo chiaro uso dei muscoli addominali, può preferire la posizione seduta o in piedi rispetto a quella sdraiata.

I gatti con dispnea acuta o grave spesso sono in cattive condizioni fisiche e un peggioramento anche minimo della situazione può portare a un esito fatale. In questi casi, portare immediatamente il gatto all'ospedale veterinario facendo attenzione a manipolarlo con cautela e delicatezza!

Diagnosi

Dopo aver constatato lo stato di dispnea dell’animale, il veterinario cercherà di stabilire se la difficoltà respiratoria è più evidente in espirazione o inspirazione, e quindi se la causa scatenante è da rimandare alle vie respiratorie superiori o inferiori.

Esistono molte cause per la dispnea, ad esempio:

Talvolta il veterinario può stabilire una diagnosi sulla base di razza, anamnesi ed esami clinici, ma sovente è necessaria una radiografia ai polmoni ed esami del sangue. A seconda della malattia sospettata, altri esami possono essere necessari:

Terapia

La terapia dipende dalla condizione che ha causato la dispnea.