Se l’ostruzione è parziale, il liquido di contrasto può occasionalmente delineare l'oggetto estraneo. In caso di occlusione totale, il liquido di solito non può procedere. Il liquido di contrasto può anche essere assorbito dall'oggetto estraneo in modo da rendere distinguibili i contorni dell’oggetto.

Le indagini con mezzo di contrasto possono essere utilizzate per analizzare se lo svuotamento gastrico del contenuto nell'intestino e il passaggio attraverso il tratto intestinale avvengono a velocità normale. Quando il mezzo di contrasto, che viene poi miscelato con il cibo, raggiunge il colon, l'esame termina.

Prima che inizi l’esame con mezzo di contrasto vengono realizzate immagini ai raggi X dalla cavità addominale e dall'esofago. Quindi viene somministrato il mezzo di contrasto radiopaco, dopodiché vengono effettuate radiografie a intervalli regolari per seguire il passaggio del fluido di contrasto attraverso il tratto gastrointestinale. Quando si effettua la radiografia al passaggio del mezzo di contrasto vengono scattate due immagini per ogni esame. Poiché questo esame viene ripetuto per diverse ore, l'animale viene solitamente ricoverato in un ospedale o in una clinica veterinaria. Gli oggetti estranei nel tratto gastrointestinale e la valutazione dei movimenti intestinali possono anche essere rilevati per mezzo di ecografia. La situazione più sicura per l’animale è quando il proprietario è presente all'esame. Le persone di età inferiore ai 18 anni e le donne in gravidanza non possono essere presenti quando si effettua la radiografia. Se il personale o i proprietari di animali rimangono nella sala devono indossare grembiuli di piombo che proteggono dalle radiazioni.

Contatta un veterinario

errore

dev'esserci stato un errore. Ricarica la pagina per procedere.