Le cliniche AniCura sono ora AniCura Italy Holding S.r.l.

Vogliamo informare i nostri clienti in modo chiaro e trasparente che, per fini amministrativi, dal 9 ottobre 2023 le cliniche AniCura in Italia confluiranno nella società AniCura Italy Holding S.r.l. scopri di più

Ernia del disco nel cane: il trattamento fisioterapico

Anche i nostri amici a quattro zampe possono soffrire di disturbi a carico della colonna vertebrale. Fra tante, l’ernia del disco è una patologia spinale che si presenta frequentemente nel cane e di minor riscontro nel gatto. Oggi cerchiamo di capire meglio di che si tratta e di quali sono i trattamenti fisioterapici per risolvere o migliorare il problema. Se abiti a Varese o provincia e il tuo cane manifesta una sintomatologia simile a quella che descriveremo fra poco, ti invitiamo a contattare la Clinica AniCura CMV per prendere un appuntamento con il nostro team di veterinari. In questi casi è infatti importante agire per tempo così da evitare l’aggravarsi del quadro clinico.

Ernia del disco nel cane: di che si tratta 

Un po’ di anatomia aiuterà a capire meglio cos’è e come si manifesta l’ernia del disco. I dischi vertebrali sono dei cuscinetti localizzati fra le vertebre e hanno la funzione di ammortizzare le pressioni sviluppate durante il movimento. In particolare sono composti da un nucleo polposo centrale circondato esternamente da un anello fibroso. Quando si parla di ernia del disco ci si riferisce proprio a un danno a questa struttura, che può portare alla fuoriuscita di materiale che va a compromettere il midollo spinale sovrastante, causando dei deficit neurologici. 

Cause del problema  

L‘ernia del disco nel cane può avere diverse cause, tra le quali nominiamo l’obesità dell’animale, lo scarso trofismo della muscolatura della colonna vertebrale e lo svolgimento di esercizi o movimenti che sottopongono i dischi intervertebrali a forze e sforzi eccessivi. 

Ernia del disco nel cane: i sintomi 

Quando siamo in presenza di un’ernia del disco nel cane i sintomi possono essere diversi e variabili a seconda della localizzazione (cervicale, toracica, lombare), ma anche della forza di estrusione e della quantità di materiale estruso. Il soggetto colpito, quindi, può avere un’algia alla palpazione del rachide, atassia, paresi o plegia. Nei casi peggiori e più gravi, il nostro amico a quattro zampe può perdere anche la capacità di urinare in modo autonomo. 

Trattamento dell’ernia del disco nel cane 

Come viene trattata l’ernia del disco nel cane? Tutto dipende dal quadro clinico di riferimento. Il trattamento delle ernie discali, infatti, può essere di tipo conservativo o chirurgico, ma la propensione per l’una o l’altra metodologia è legata all’entità del danno midollare, alla quantità di materiale presente e alla gravità della sintomatologia. In entrambi i casi, tuttavia, è importante intreprendere un percorso di riabilitazione fisioterapica, per favorire una ripresa migliore del paziente. 

Ernia del disco e fisioterapia 

Il trattamento fisioterapico del cane alle prese con l’ernia del disco procede per gradi. Oltre a mantenere il cane in spazi confinati, è infatti necessario eseguire manipolazioni mirate mantenere un buon tono muscolare e una buona escursione articolare. 

A questi trattamenti si associano generalmente esercizi propriocettivi, elettrostimolazione, laserterapia, stazione con l’aiuto di un supporto addominale ed esercizi di stimolazione del riflesso flessorio. 

Underwater Treadmill 

Unostrumento si rivela poi importantissimo: l’Underwater Treadmill. Grazie all’azione di sostegno e di resistenza esercitata dall’acqua, infatti, questo strumento consente al cane di esercitare e riacquistare il normale movimento della camminata. In caso di pazienti con deficit maggiori, questi vengono assistiti direttamente in acqua da un operatore che li aiuta a compiere i movimenti corretti. 

Il trattamento fisioterapico dei pazienti plegici 

Nel caso di un paziente plegico che non ha riacquisito la sensibilità profonda, l’obiettivo della fisioterapia è quello di sviluppare un’andatura spinale, ossia una camminata riflessa che permetta di deambulare autonomamente. 

Per ottenere questo tipo di andatura si sfrutta il riflesso estensorio crociato, ma sono necessari diversi mesi di riabilitazione e molta costanza da parte dei proprietari, i quali devono svolgere esercizi anche a casa, in autonomia. 

Se il tuo cane manifesta un disturbo legato alla sintomatologia esposta poco sopra, ti consigliamo di prendere un appuntamento con il nostro team di esperti: la Clinica veterinaria AniCura CMV è a Varese e tratta di frequente problematiche legate all’ernia del disco. Ti aspettiamo! 

errore

dev'esserci stato un errore. Ricarica la pagina per procedere.