Persiano

Se cerchi un compagno impegnativo, ma elegante e gentile, il Persiano è la razza che fa per te. Questo bel gatto soffice ama essere toelettato e accoccolarsi sulle tue gambe o nel suo angolo preferito, ed esige che lo si tratti con il rispetto che merita.

I fatti in breve

Ogni gatto è un individuo unico e le sue caratteristiche differiscono anche all'interno della razza
  • Affetto

    Quanto affetto puoi aspettarti.
  • Adatto ai bambini

    Alcuni gatti tendono ad essere più giocosi e socievoli con i bambini e più tolleranti nei confronti del comportamento dei bambini rispetto ad altri.
  • Livello di energia

    Quanto attiva tende ad essere questa razza.
  • Cura del pelo

    Quanta cura del pelo serve per questa razza generalmente.
  • Perdita di pelo

    Quanto pelo perde in genere questa razza.
  • Verbale

    Quanto questi gatti tendono a "parlare".

Storia

Il Persiano è una delle razze feline più antiche e famose; ciononostante si conoscono pochi particolari della sua storia. Sappiamo che esiste da secoli e che il suo nome deriva dalla regione di origine, la Persia, nell'ex Mesopotamia e nell'odierno Iran: i ritrovamenti archeologici in Asia e i geroglifici in Egitto testimoniano la presenza di gatti a pelo lungo, forse una versione del Persiano. Questi gatti erano inoltre popolari nel palazzo reale francese del Settecento. Il Persiano così come lo conosciamo oggi deriva da due gatti a pelo lungo: l'antico Persiano e l'Angora, originario della Turchia. Il Persiano aveva una testa ampia e rotonda, un soffice mantello e un corpo corto, mentre l'Angora era snello e con gli arti lunghi, il muso triangolare e il mantello più lungo. Il moderno Persiano è il risultato dell'incrocio selettivo di queste due razze, prima in Gran Bretagna alla fine dell'Ottocento e poi negli Stati Uniti all'inizio del Novecento: l'obiettivo degli allevatori era ottenere un bel gatto caratterizzato da testa rotonda, orecchie piccole, naso corto, occhi grandi, pelo lungo e corpo tozzo. Oggi esistono due tipologie di Persiano: tradizionale e da esposizione.

Personalità

Il Persiano è un gatto dal grande contegno, tenero e docile. È tranquillo, ha un temperamento gentile e si trova a proprio agio in un'atmosfera serena in cui le persone lo trattano con amore e rispetto. Non è gatto atletico che coglie ogni occasione per arrampicarsi o saltare sui mobili: la maggior parte dei Persiani preferisce il proprio angolo sul divano o sul letto, e per molti versi questa razza è l'incarnazione del gatto da salotto che ama le coccole. Al Persiano piace essere pettinato e accarezzato dai bambini, ma non aspettarti che si unisca ai loro giochi scatenati: ogni tanto, però, e al proprio ritmo, si dedicherà a giocattoli o rompicapo. Insomma, quando ne ha voglia. Il Persiano non cerca la tua completa attenzione, anche se gli piace quando gli dedichi un po' di tempo: sebbene gradisca la tua presenza, trascorrere un pomeriggio a casa da solo non è un problema. Questo gatto non è molto loquace né rumoroso, il più delle volte lascia che siano i suoi occhi a parlare; è però possibile che decida di salutarti con un tranquillo miagolio.

Aspetto, dimensioni e peso

Il Persiano è un gatto di taglia media dal corpo muscoloso e ben sviluppato. Il corpo, le zampe e la coda sono corti e tozzi, ricoperti da uno splendido pelo lungo. La grossa testa rotonda è dominata da occhi grandi ed espressivi, da un naso corto e da orecchie piccole e soffici con la punta arrotondata. Questo gatto ha un mento pronunciato e una fronte completamente arrotondata. Da adulti, i maschi pesano circa 4-6,5 chili e le femmine 3-4,5 chili.

Colore

I Persiani sono caratterizzati da numerosi colori e disegni e, secondo l'associazione felina svedese SVERAK, esistono oltre 300 varianti note. Il bianco, il nero, il blu, il cioccolato, il crema, il rosso, il lilla, l'argento e l'oro sono alcuni dei colori più comuni della razza, ma esistono anche diverse versioni pointed (himalayano), shaded, tabby e smoke. Il colore degli occhi varia a seconda del mantello.

Cura del pelo

Ora viene il bello: i Persiani hanno bisogno di molte cure. A meno che non ti piacciano i peli del gatto sparsi per tutta la casa, l'animale va pettinato quotidianamente con uno strumento d'acciaio; un'accurata pettinatura rimuove i peli ormai staccati nonché l'opacità e i nodi, che possono essere dolorosi per il gatto. Si consiglia anche di fare un bagno settimanale o mensile e di asciugare il pelo con il phon (alla temperatura più bassa): abitua il gatto a questa pratica fin da cucciolo. A causa della lunghezza del pelo, le feci e lo sporco restano intrappolati nella zona del sedere e nella parte inferiore della coda: aiuta il gatto nella pulizia di queste aree per evitare macchie e fastidiosi grovigli.

Particolarità della razza 

Non tutti i Persiani hanno lo stesso aspetto: esiste ad esempio il "Peke-face", dal muso estremamente schiacciato, e il "Doll-face", dall'aspetto più classico e caratterizzato dal muso meno piatto. Tieni presente che la forma schiacciata può causare difficoltà di respirazione al gatto, e che esiste anche il problema della lacrimazione eccessiva; quindi pulisci quotidianamente gli angoli degli occhi per evitare che si formino macchie, soprattutto negli esemplari a pelo chiaro. Un altro fattore da considerare con i Persiani è la lettiera, poiché le deiezioni possono rimanere incastrate nel pelo o nelle zampe del gatto: se non manterrai lui e la lettiera puliti e immacolati, il tuo micio potrebbe smettere di usarla.

Malattie ereditarie

Questa razza è soggetta ad alcune problematiche ereditarie che è bene conoscere, come la malattia del rene policistico (PKD), che si presenta quando il gatto raggiunge i 7-10 anni, causa la comparsa di cisti nei reni e infine la disfunzione di uno o entrambi questi organi. Un'altra patologia ereditaria è l'atrofia progressiva della retina (PRA), che causa problemi di vista precoci, peggiora rapidamente e può condurre alla cecità. I Persiani soffrono anche di cardiomiopatia ipertrofica (HCM), ossia l'ispessimento delle pareti cardiache, e possono essere colpiti dalla displasia dell'anca. A causa del muso corto e schiacciato con narici piccole e un palato molle troppo lungo, il Persiano può avere gravi problemi di respirazione e lacrimazione eccessiva.  

Alimentazione

Anche se il Persiano non è un gatto molto energico, ha bisogno di alimenti nutrienti per mantenersi in salute e in forma e per conservare un pelo bello e liscio come la seta. Scegli un'alimentazione ricca di proteine, con un contenuto minimo di carboidrati e la giusta quantità di grassi, e non esitare a interpellare il veterinario per la scelta del cibo.

Error

An error has occurred. This application may no longer respond until reloaded.